Il Tate Modern Museum e il Bankside

0

Il Tate Modern di Londra, il museo più visitato al mondo

Il Tate Modern è il museo più visitato al mondo e nel 2000 ha battuto ogni record raggiungendo ben 5.250.000 visitatori. Il “Tate”, come comunemente viene abbreviato, è considerato una delle collezioni più all’avanguardia del mondo e vanta opere di tutti i maggiori artisti del ‘900, da Dalì a Warhol, da Matisse a Pollock. Il museo nasce dalla conversione della Bankside Power Station (la centrale elettrica a nafta chiusa nel 1980,dopo aver funzionato per soli 16 anni) attuata nel 2000 da due abili architetti svizzeri, Herzog & de Meuron, in uno dei templi mondiali dell’arte moderna e contemporanea, entrando in competizione diretta con il “MoMA”, il il Museum of Modern Art di New York.

Il Tate  Modern è una tappa immancabile per tutti gli amanti dell’arte moderna, ma anche per coloro che non ne vanno pazzi, ma hanno voglia di sorridere e lasciarsi sorprendere davanti alle stranezze che questo museo regala. Le dimensioni del museo sono notevoli e consigliamo quindi di programmare bene la visita, tralasciando le cose di meno interesse. Quando vorrete fare una pausa, non mancate di affacciarvi al Bridge, che collega il Tate Modern  alla cattedrale di Saint Paul.

Come raggiungere il Tate Modern

Per apprezzare al meglio l’architettura del Tate Modern , raggiungetela attraversando il ponte pedonale Millenium Bridge. Questa opera in acciaio, aperta come il  Tate nel 2000, si guadagnò l’appellativo di “Woobly Bridge” (ponte instabile) per le inaspettate vibrazioni che obbligarono a chiuderlo per quasi un anno immediatamente dopo la sua apertura.
Il museo ha convertito intelligentemente ogni spazio della vecchia centrale. L’ingresso, che una volta ospitava le grandi turbine per la produzione di energia elettrica (da qui il nome Turbine Hall), è utilizzata per le installazioni temporanee, spesso molto stravaganti.

Sezioni del museo

E’ importante premettere che i curatori della collezione del Tate Modern hanno evitato l’approccio cronologico, per prediligere quello tematico: Storia/Memoria/Società, Nudo/Azione/Corpo, Paesaggio/Materia/Ambiente e Natura Morta/Oggetti/Vita Reale. La mancanza di opere di alcuni periodi storici ha condizionato questa scelta, anche se nel maggio del 2006 la disposizione è stata modificata con approfondimenti sull’arte del XX secolo.

Livello 3

Material gestures
I dipinti da non perdere in questa sezione riguardano il “Water Lilies” dell’impressionista francese Claude Monet, e di fronte ad esso il quadro di espressionismo astratto del pittore americano Pollock. Troverete anche molti dipinti erotici della pittrice sudafricana Marlene Dumas.

Poetry and dream
Qui sono esposti alcuni dei maetri del surrealismo, come Mirò, Magritte e De Chirico. Di Pablo Picasso è esposto il quadro “I tre ballerini”. In sale leggermente nascoste sono presenti installazioni con foto e filmati; alcuni anche con scene di nudo e violenza.

Livello 5

Energy and Process
Qui troverete la statua di fronte a una montagna di stracci, “Venus of the Rags” di Michelangelo Pistoletto, creata per polemizzare sul consumismo degli anni ’80. E’ uno dei simboli dell’Arte Povera, movimento che rifiuta le tecniche dell’arte tradizionale per usare piuttosto i materiali “poveri”.
Un’altra originale installazione è quella di Robert Therrien; con il tavolo e le sedie di dimensioni enormi vi sembrerà di aver trovato la pozione magica di Alice nel Paese delle meraviglie!

States of Flux
Sezione focalizzata nel Cubismo, Futurismo e Vorticismo, contiene ance un’esposizione della Pop Art di Andy Warhol. Interessante è la sezione dei manifesti russi del periodo comunista dal titolo “Red Star Over Russia”.

Bankside

Bankside è il quartiere all’estremità meridionale del London Bridge. Nacque come quartiere romano a luci rosse; Enrico VIII decise di far chiudere le case dei bordelli, ma in epoca elisabettiana ritornò ad essere l’area più malfamata di Londra. Nel Seicento prosperavano i teatri, tra cui lo Swan, il Rose e il Globe di Shakespeare. Nell’Ottocento furono demoliti numerosi edifici per fare posto alla nuova London Bridge Station e il fulcro della scena teatrale si spostò a Covent Garden.
Oggi la zona di Bankside è molto frequentata, non solo per l’importante Tate Modern e il Globe, ma perchè consente una piacevolissima passeggiata lungo le sponde del Tamigi.

Nella zona circostante alla ferrovia di London Bridge, troverete numerose attrazioni per turisti. Sotto le arcate della ferrovia in Clink Street, è alloggiata Vinopolis, un viaggio piacevole attraverso le regioni vinicole del mondo. All’angolo della stessa via si trova il Clink Prison Museum che descrive le disumane condizioni dei prigionieri del passato, per la maggior parte eretici, debitori e prostitute. Proseguendo sulla stessa strada, vi troverete di fronte alla riproduzione fedele del Golden Hinde, il galeone con il quale Francis Drake salpò per un viaggio intorno al mondo (1580). Corsaro e politico, fu il primo inglese a circumnavigare il globo.

Prima di arrivare alla fermata di London Bridge non rinunciate a una visita alla cattedrale di Southwark: fu costruita nel ‘200 ed è un miracolo che sia sopravvissuta durante la costruzione, nell’800, della ferrovia. Shakespeare era solito frequentare questa chiesa e troverete nella navata laterale sud un monumento dedicato al drammaturgo. Uno dei suoi fratelli, Edmund, è sepolto proprio in questa cattedrale.
Sotto le arcate in ferro battuto della ferrovia di London Bridge viene ospitato, nel fine settimana, il rinomato Borough Market con i più variegati prodotti gastronomici, molti di coltivazione biologica.

Poco distante, verso il London Eye, troverete il Gabriels Wharf, una piacevole e originale piazzetta dove sono allestite alcune bancarelle e piccoli negozi di artigianato fatto a mano. Ci sono alcuni bar e al centro dei piccoli tavoli in legno e giochi per bambini. Qui troverete anche la “London bicycle-The tour Company” che affitta biciclette per un tour del cuore di Londra. Altamente consigliato.

Informazioni pratiche

Tutti giorni presso il Tate Modern sono previste due visite guidate gratuite:
Livello 3 ore 11:00 e 12:00
Livello 5 ore 14:00-15:00
Se si preferisce la visita autonoma, è consigliabile prendere una audioguida a £4 (scontata nel tardo pomeriggio a £2,50)
Il Tate Modern è aperta dalla domenica al martedì dalle 10:00 alle 18:00; venerdì e sabato dalle 10:00 alle 22:00
Ultimo accesso 45 minuti prima della chiusura
Entrata libera
Chiude il 24/25/26 dicembre
Orario Vinopolis:
giovedì e venerdì: 12:00-22:00 sabato: 11:00-22:00
domenica: 12:00-18:00
Le iniziative e i tour sono numerosi. I prezzi vanno dalle £20 alle £30 circa. Consultate il sito http://shop.vinopolis.co.uk
Orari Clink Prison Museum: lunedì-venerdì: 10:00-18:00 Sabato-domenica: 10:00-21:00
Adulti: £5
Borough Market
Venerdì dalle 12 alle 18
Sabato dalle 9 alle 16

 

Prosegui e leggi I musei di Londra

Cristina è Content Editor per MyLondra.it

Comments are closed.