Il quartiere di Mayfair

0
mayfairMayfair è uno dei più conosciuti e esclusivi quartieri di Londra, situato in un quadrilatero circoscritto da Park Lane a ovest, Piccadilly Street a sud, Regent Street a est e Oxford Street a nord. Quest’area si è sviluppata tra il XVII e il XVIII secolo, il suo stesso nome risale al 1686, quando vi si tenne la quindicennale “Fiera di Maggio (May Fair appunto) che si teneva prima a The Haymarket e che nel 1764 fu spostata a Fair Field nel quartiere di Bow. Si tratta oggi di una zona che si distingue per le boutique d’alta moda, gli alberghi di lusso e le gallerie commerciali. La famiglia reale conserva in questo quartiere delle proprietà identificate come “Crown Estate”, la stessa regina Elisabetta II è nata a Mayfair, in Bruton Street, e vi ha speso parte della sua infanzia. In passato hanno vissuto qui personaggi illustri come il duca di Wellington, Horatio Nelson, Benjamin Disraeli, Handel e Florence Nightingale. Al numero 25 di Brook Street si trova la casa-museo di Handel, una bellissima abitazione in stile georgiano dove il compositore tedesco spese 36 anni della propria vita, nello stesso stabile negli anni ’70 visse Jimmy Hendrix, a cui è dedicato uno spazio al numero 23 di Brook Street. È una zona di Londra decisamente poco turistica e potreste rimanere sorpresi dalla calma e dall’austerità che il quartiere trasmette. Vi trovano dimora le più rinomate e prestigiose sartorie di tutta Londra, come Savile Row, che accoglie i sarti più famosi di tutto il mondo. Su Piccadilly Street si trova Fortnum & Manson, il grande magazzino fornitore ufficiale dei reali inglesi. Il grande magazzino aperto nel 1707 da William Fortnum e Hugh Mason, che pensarono di aprire un negozio di gastronomia nel quartiere allora in espansione. Oggi al Fortnum & Manson è ancora possibile trovare leccornie di ogni genere a prezzi non proibitivi, inoltre qui si svolge ancora il rito del tè in stile tipicamente inglese. Poco distante si trova la graziosa chiesa di St James in Piccadilly dove di martedì si tiene un piccolo mercatino di collane, bracciali e accessori di vario genere o dove potrete sedervi nel piccolo parco a rilassarvi un po’. Sul lato opposto si trova la Burlington Arcade, la più lunga galleria di negozi di tutta l’Inghilterra. La Burlington Arcade è stato definita un capolavoro storico e architettonico e un punto di riferimento del lusso a Londra, da quando è stato aperta per la prima volta con grande successo nel 1819. In qualità di prima galleria dedicata allo shopping di tutta la Bretagna, ha aperto la strada a nuove tendenze di vendita e rimane tutt’ora un pioniere del settore. Al suo interno non potrete fare a meno di notare i Badlers, ovvero i guardiani della galleria, vestiti con il tradizionale soprabito e un cilindro. Sempre su Piccadilly Street si trova la Royal Academy of Arts, uno dei maggiori centri artistici e accademici di tutto il mondo. Sorta nel 1768 come club artistico-culturale per opera dell’architetto William Chambers, ospita oggi diversi gallerie per esposizioni temporanee e permanenti. Al suo interno si trova una delle quattro sculture di Michelangelo collocate fuori dall’Italia, il Tondo Taddei. A Mayfair si trovano anche alcune delle più celebri case di moda, tra cui Armani e Gucci, i negozi di alta moda di Bond Street e di New Bond Street, tra cui quelli di Chanel, Tiffany&co., Burberry, Cartier, Prada e tanti altri ancora. In fine è immancabile una visita allo Shepherds Market, una zona costruita da Edward Shepherd in cui si trovano numerosi locali, ristoranti, pub e caffetterie, nonché ovviamente degli atelier.
Informazioni pratiche Metro: Stazione di Piccadilly Circus (piccadilly e Bakerloo line) Stazione di Bond Street (Central line) Stazione di Green Park (Jubilee, Victoria e Piccadilly line)
Notizie sugli altri quartieri di Londra a questa pagina

Silvia è un Senior Content Editor per MyLondra.it

Comments are closed.