Diario di viaggio di Alessandro e Denise

0

Tre giorni possono sembrare pochi, ma in realtà sono sufficienti ad avere un assaggio di questa incredibile città. Cominciando dal “prima di partire”, come potrete facilmente immaginare, prenotando per tempo si possono spuntare anche degli ottimi prezzi sia per il volo che per il pernottamento. Noi per esempio, muovendoci con 2 mesi d’anticipo abbiamo volato LUFTHANSA e dormito all’HILTON con soli 300 euro a testa. Detto questo, vi diamo dei piccoli suggerimenti su come suddividere le tre giornate a disposizione qualora abbiate in previsione di trascorrere a Londra un week end lungo.

Giorno 1 Sabato:
giornata ideale per andare in giro per mercati. Ce ne sono per tutti gusti e durano fino al pomeriggio. Tra i più visitati: Portobello Road: Metro Notting Hill Gate. Dalle 8 alle15 mercato di Londra per eccellenza, è famoso in tutto il mondo per oggetti d'arte e antiquariato. E' suddiviso in tre parti: la zona degli antiquari subito visibile arrivando da Notting Hill Gate, l'area dell'abbigliamento usato, oltre che di frutta, verdura e cianfrusaglie varie, e infine, dopo il ponte della ferrovia, le bancarelle più fornite di vestiti di seconda mano e carabattole da rigattiere. Se volete evitare la folla (a nostro parere è anche questo il bello del mercato), consigliamo di andarci la mattina presto.

Camden Market: Metro: Camden Town. Dalle 9 alle 17. Mercato e negozi vendono vestiti nuovi e di seconda mano, prodotti di artigianato, dischi, abbigliamento anni '60. La zona è inoltre piena di negozi ed empori.

camden1Diventa affollatissimo nei fine settimana, ma è bello passeggiare lungo il Camden Lock, il tratto di Camden del canale Grand Union, osservando le barche da una parte e le bancarelle del mercato dall'altra. Old Spitalfields Market: Metro più vicina: Liverpool Street. Mercato coperto a due passi dalla City. Ottimo mercatino per cercare qualcosa di originale, di ottima qualità e di buon value for money . La Domenica sono presenti oltre 200 banchetti con anche un mercatino di cibi biologici. Durante la settimana fra 11 e le 16 il mercato è più tranquillo tranne che all'ora di pranzo quando i lavoratori della City si affollano nei tanti localini per pranzare. Il Giovedì i giovani stilisti espongono le loro creazioni al Fashion Market.

Borough Market: metro più vicina: London Bridge. Bellissimo e coloratissimo food market coperto, aperto venerdì 12-18 e sabato 9-16. Varietà di cibo e di prodotti biologici. Cibo da tutto il mondo (specialità italiane, spagnole, francesi, svedesi da produttori autentici provenienti dai loro paesi d'origine) anche cucinato e servito sul momento.

Covent Garden: al martedì alla domenica (dalle 9 alle 16.00) c’è il mercato dell’artigianato, souvenir e abbigliamento Si trova all'interno dell'ex ortomercato ristrutturato nel 1973 dove vi sono numerosi negozi e bar/ristoranti. Oltre alle bancarelle, vi è quasi sempre la presenza di saltimbanchi e musicisti di strada.

Giorno 2 Domenica:
Se è la vostra prima volta a Londra, sicuramente meritano visita i luoghi classici quali, Knightsbridge, Kensigton, Buckingam Palace, l’abbazia di Westminster, Tower Bridge ecc….Non da meno sono i parchi cittadini quali St James, Hyde Park, i giardini di Kensinghton… Se il tempo non è dei migliori (cosa che a Londra capita molto spesso) un’ottima idea invece, potrebbe essere quella di visitare gratuitamente uno dei tanti musei/gallerie sparsi per la città (Tate Modern, National Gallery, British Museum).

Se la vostra scelta, come la nostra dovesse ricadere sulla National Gallery in Trafalgar Square, è molto piacevole fare una passeggiata verso il Big Ben/ House of Parliament/Westmister e proseguire a piedi lungo il Tamigi. Da qui potete spostarvi con un bus e raggiungere Chelsea, quartiere super alla moda costellato dai negozi delle griffe più esclusive.

Giorno 3 Lunedì:
Londra è bella proprio perché è una città dai mille volti, si spazia dall’arte, ai luoghi pregni di storia a luoghi cool quali per esempio quelli che si possono visitare nell’EAST END. Quartiere trendissimo e multietnico. Interessante il mercato della domenica (fino alle 13.00). Questo é un mercato cosiddetto povero, dove trovate abbigliamento, pelletteria, stampe, macchine fotografiche, libri… Particolarissima la Brick Lane dove è composta per una metà da ristorantini, alimentari, pasticcerie e negozietti indiani (siamo nel cuore di Banglatown), per l’altra metà invece è costellata da negozi vintage e non, panetterie e bar ricavati da vecchi edifici industriali recuperati in maniera incredibile. Al pomeriggio potete proseguire il vostro cammino verso la cattedrale di Saint Paul e ancora verso il quartiere dei Docs. Quest’ultimo rimane un quartiere molto particolare dove ci sono i vari canali della città pieni zeppi di imbarcazioni a vela dalle svariate misure. Dopodiché, è l’ora di prendere una buona birra in uno dei tanti pub della zona prima di proseguire verso il Tower Bridge, una delle icone di Londra, insieme al Big Ben, agli autobus rossi a due piani, al tè delle cinque e alla divisa della polizia. Consigli per la sera: Un’ottima idea è andare a vedere un musical. E' nel West End che si concentrano i più grandi musical insieme ad un numero incredibile di splendide produzioni teatrali. Chi vive a Londra ha giusto l'imbarazzo della scelta ma anche chi arriva nella capitale per una visita di qualche giorno non può mancare a qualcuno di questi eventi, spesso entusiasmanti e di notevole livello qualitativo.billyelliotI biglietti (se non si hanno particolari preferenze per qualcosa di preciso) si possono acquistare anche la giornata stessa vicino all’uscita della metro di Leicester Square.

Sebbene le zone del divertimento turistico rimangano sempre Leicester Square, Piccadilly Circus, e Oxford Street, i londinesi preferiscono spostarsi verso Hoxton Square ed Old Street, verso Islington e Camden town.

Alessandro e Denise
www.piedistanchi.com

Silvia è un Senior Content Editor per MyLondra.it

Comments are closed.